Eye Tracking: un nuovo studio compara Google a Bing

Pinterest

L’ Eye Tracking o tracciamento oculare, è una tecnica molto utilizzata in ambito Web, poichè studiando i movimenti dell’occhio sullo schermo (dove guarda ma anche in che maniera si sposta), si possono trarre molte informazioni sul comportamento degli utenti.

Oggi vi propongo uno studio di User Centric che compara i due principali motori di ricerca, Google e Bing, proprio dal punto di vista del tracciamento oculare dei propri utenti.


E’ evidente che la struttura molto simile, a livello di disposizione di contenuti nella pagina, fa si che non ci siano grandi differenze nell’approccio degli (occhi degli) utenti a Google piuttosto che a Bing.

Ciò su cui vale la pensa soffermarci, però sono altri dati che emergono dalla ricerca, e che interessano da vicino il mondo degli annunci sponsorizzati:

  • Tutti guardano i risultati “naturali” della pagina. Naturalmente scendendo nella SERP diminuiscono gli sguardi, e soprattutto per Bing se mbra che le ultime posizioni della pagina non vengano proprio considerate;
  • 9 utenti su 10 guardano gli annunci sponsorizzati, in alto nella pagina. Siamo dunque in presenza di annunci ad alto numero di visualizzazioni, sicuramente di clic (per un semplice calcolo dei numeri) e probabilmente (li dipende soprattutto dalla landing page!) di conversioni;
  • Non si può dire altrettanto degli annunci sponsorizzati, disposti sul lato destro dello schermo. In questo caso solo 1 utente su 5 (1,5 per Bing) li scruta, sempre secondo la ricerca;
  • A livello temporale (non solo il colpo d’occhio, ma quanto tempo si resta con lo sguardo in una determianta “porzione”), come è prevedibile sui risultati organici si passa la stragrande maggioranza del tempo (su Google quasi 15 secondi in media), mentre meno di un secondo si “concede” agli annunci sponsorizzati in alto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Paolo Ratto

Ho 27 anni. Sono uno specialista di contenuti online. Seguo costantemente la blogosfera e mi occupo prevalentemente di Web Marketing. Ho vissuto in Italia, Spagna e Francia e viaggiato ad ogni possibile occasione. Con le lingue non me la cavo per niente male... Mi considero un cittadino del mondo, in cerca della sua strada. Amo libertà e tolleranza. Non sopporto le persone prigioniere delle proprie idee. Il mio obiettivo? Lasciare un segno della mia presenza ovunque passi...

Lascia un commento