trovare-contenuti-rilevanti

Trovare contenuti rilevanti in pochi clic

Pinterest

Siete alla ricerca di un metodo rapido ed efficace per individuare contenuti interessanti in rete? Se volete imparare ad utilizzare al meglio gli strumenti che la rete offre ecco a voi qualche piccolo consiglio.

L’obiettivo di questa breve guida è quello di condividere alcune tattiche, suggerimenti e consigli per effettuare rapidamente ricerche online, utilizzando i più noti tool a disposizione, a partire dal colosso Google per arrivare alle principali piattaforme di content curation.

Pianeta Google

Il più famoso motore di ricerca prevede diverse opzioni che consiglio di testare all’inizio di ogni nuova ricerca; il primo step prevede ovviamente la scelta di una o più parole chiave rilevanti da inserire nel box di ricerca; a questo proposito Google suggerisce i criteri principali per la scelta: semplicità, pertinenza di tutte le parole inserite, parole che hanno più probabilità di essere usate in un sito, scegliere solo parole importanti e non frasi lunghe.

Torniamo agli strumenti che permettono di recuperare in breve tempo risultati interessanti:

  • Ricerca base e Suggerimenti di Ricerca
  • la sezione News per ottenere i risultati dalle principali testate giornalistiche online
  • le sezioni Blog e Discussioni
  • Google Alert: specificata una query di ricerca riceviamo via mail i relativi aggiornamenti

Una volta selezionato uno dei filtri di cui sopra, possiamo ottimizzare ulteriormente i risultati utilizzando gli Strumenti di Ricerca Avanzata per ricerche su tutte le pagine mondiali o solo su quelle italiane, per selezionare un intervallo temporale specifico e specificare un ordine di pertinenza.

Dopo Google Reader

trovare contenuti rilevanti - feed rss

Come noto, dal 1 luglio 2013 Google Reader ha chiuso definitivamente i battenti, aprendo così di fatto la battaglia per la successione tra le varie alternative. Di seguito alcune applicazioni, disponibili sia per versione desktop che mobile:

  • feedly: è un aggregatore di feed rss che sta riscuotendo particolare successo. Consente con estrema facilità di ri-organizzare i vari feed all’interno di specifiche cartelle, visualizzare i feed tramite diversi tipologie di layout, impostare la visualizzazione utilizzando i filtri come data di pubblicazione e data di lettura; è presente un box di ricerca che permette di inserire direttamente url e topic particolari oppure si possono visualizzare alcune categorie (tech, business, design, cinema…) filtrabili inoltre per lingua.
  • pulse: disponibile sia per versione desktop che mobile, è un aggregatore di notizie provenienti da numerosi blog, siti di informazione, magazine e social network. Permette di utilizzare i feed rss a cui ci siamo iscritti in passato inserendo la relativa url nel box di ricerca, oppure semplicemente inserendo parole chiave specifiche; l’interfaccia grafica è molto semplice e pulita e permette una navigazione rapida ed efficace all’interno dei risultati di ricerca
  • flipboard: del tutto simile alle due app appena descritte, presenta però alcune differenze davvero interessanti: oltre cioè alla fruizione di contenuti provenienti dalle fonti più svariate, permette all’utente di creare delle vere proprie riviste tematiche da condividere via mail, twitter o facebook e a cui possiamo invitare nuovi utenti in veste di contributor. Con il bookmarklet possiamo aggiungere articoli alle riviste direttamente dal browser e possiamo ricevere notifiche su apprezzamenti, commenti o iscrizioni alla riviste pubblicate.

Content curation

  • scoop.it: piattaforma di content curation, è un vero e proprio serbatoio di contenuti specifici aggregati per topic e categorie di interessi. Inserendo un termine di ricerca o utilizzando le categorie preimpostate possiamo accedere a scoops (singole news), topics (news aggregate in pagine dedicate chiamate appunto Topic) o users (utenti specifici che trattano regolarmente il tema oggetto di interesse). Una volta identificato un topic di interesse possiamo iniziare a seguirlo e tramite email riceveremo notifiche sugli aggiornamenti con frequenza periodica. Scoop.it è disponibile in versione Free, Pro e Business.
  • paper.li: piattaforma che permette di trovare, pubblicare e promuovere automaticamente notizie, articoli, foto e video provenienti da varie fonti sul web (social media e feed rss), aggregandoli con l’aspetto grafico di un vero e proprio magazine online (chiamato in questo caso paper); una volta creato l’account (free o pro), possiamo trovare contenuti inserendo nel box di ricerca keyword o nomi di user/editori specifici, oppure cercando direttamente nei paper dei nostri contatti.
  • pearltrees: disponibile versione free e pro, è una vera e propria community per trovare e condividere contenuti e organizzarli sotto forma di mappe tematiche (i pearltrees); permette inoltre di connettersi ad altre mappe, includerle nelle proprie e condividerle. Inserendo nel box di ricerca un termine specifico i risultati saranno presentati come un albero di perle che potremmo facilmente trascinare all’interno della drop zone del nostro account  per poi ricollocare nel nostro alberto personale.

E voi quali strumenti preferite per selezionare i contenuti più rilevanti sul web?

Alberto Beccaris

Alberto Beccaris

Mi occupo di social media strategy, community management, advertising online e content marketing. Collaboro con D4B da giugno 2012.

Lascia un commento